Search
Generic filters
Solo parole esatte
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Filter by Custom Post Type

7 aprile 2016, Scuola primaria ‘A.C. Gnocchi’ di Madonna della Stella, Montefalco, classe I, classe II

1024 501 MontagneAperte
  • 1

Una breve passeggiata guidata dalla scuola fino al piccolo parco che abbellisce il santuario della Madonna della Stella.

Durante l’escursione, piccole ma interessanti osservazioni naturalistiche aiutano i ragazzi a scoprire la ricchezza di biodiversità del nostro territorio, ricordando antichi giochi popolari e tradizioni della cultura locale, iniziando a conoscere le principali specie arboree che caratterizzano il nostro ambiente naturale ma anche quello dei parchi realizzati dall’uomo.

Una passeggiata durante la quale i bambini cominciano anche ad apprezzare che in natura esistono molte piante che pur velenose, o comunque molto dannose per l’uomo, non lo sono per gli animali e viceversa, ricordando che circa un terzo delle piante in natura produce sostanze venefiche, ma non tutte le specie che appartengono a questo gruppo sono realmente pericolose per l’uomo.

Questa passeggiata didattica, dedicata all’osservazione dell’ambiente naturale, della ricchezza di biodiversità del nostro territorio e dei paesaggi meravigliosi che caratterizzano la Valle Umbra, fa parte dei percorsi di educazione ambientale che la Comunità montana ha proposto nell’ambito dei progetti didattici ‘LA MERAVIGLIA DELLA VITA’, curati e promossi dalla Curia Arcivescovile di Spoleto-Norcia nell’Anno giubilare della Misericordia.

dal web

dal web

dal web

dal web

Un aneddoto.
Paolo, uno dei tre accompagnatori (gli altri sono Tiziana e Alvaro), cattura con grande attenzione una formica con una scatolina forata, dotata di una lente di ingrandimento per facilitare l’osservazione naturalistica.
Tiziana la mostra a un gruppetto di bambini e chiede:
‘Quante zampette contate?’
‘Tre per due’, ‘sei’ rispondono i bambini
‘Bravi! La formica ne ha proprio tre paia, cioè ha sei zampette’
Continua Tiziana: ‘Il corpo è un cilindretto unico, o sembra diviso in più parti?’
‘Il corpo pare diviso in tre parti’ rispondono i bimbi
‘Bravissimi. La formica ha il corpo diviso in tre parti (capo, torace e addome) e 3 paia di zampette! Così, da soli e semplicemente avete dato la definizione di insetto, che in più può anche avere uno o due paia di ali, pensate alle farfalle o alle api!’
Interviene un bimbo che ha seguito tutta la scena: ‘Allora il ragno non è un insetto! Ha 8 zampette’
‘Il ragno è un aracnide, come lo scorpione’, risponde prontissimo un altro bambino!
Che dire? BRAVISSIMI!!!

Preferenze sulla Privacy

Quando visitate il nostro sito web, esso può memorizzare informazioni attraverso il vostro browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla Privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla vostra esperienza sul nostro sito web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Clicca per abilitare/disabilitare Google Analytics tracking code
Clicca per abilitare/disabilitare Google Fonts
Clicca per abilitare/disabilitare Google Maps
Clicca per abilitare/disabilitare video embeds
Cookie Policy e Preferenze sulla Privacy
Il nostro sito web utilizza i cookie, principalmente da servizi di terze parti. Definite le vostre preferenze sulla privacy e/o acconsentite all'uso dei cookie.