312A-312 – BIVIO BROGLIANO – BOCCHETTA DELLA SCUROSA

1024 768 Itinerari e Luoghi
  • 3

Itinerario: 312A-312 ::: BIVIO BROGLIANO – BOCCHETTA DELLA SCUROSA
Distanza: 6,3 km circa (solo andata)
Dislivello in salita: 430 m circa (solo andata)
Dislivello in discesa: 50 m circa (solo andata)
Tempo di percorrenza: 2 ore 30 minuti (solo andata) ::: 4 ore 30 minuti (andata e ritorna, soste comprese)
Difficoltà: E
Autore della scheda: Tiziana Ravagli, Giampaolo Filippucci – itinerario rilevato con GPS Garmin Montana

Itinerario segnalato con segnavia bianco-rosso del CAI, si sviluppa in parte in territorio umbro in parte in quello marchigiano

Questo itinerario consente di raggiungere la Bocchetta della Scurosa (m 1152 s.l.m.) attraversando una bella faggeta e ampi prati-pascolo. L’itinerario non è particolarmente faticoso, salvo, forse per un piccolo tratto iniziale nelle vicinanze del Convento d Brogliano e per un piccolissimo tratto finale che conduce esattamente alla Bocchetta; sulla sinistra (a ovest) ricordiamo monte Acuto (m 1300 s.l.m.) e ancora più a nord monte Pennino (m 1571 s.l.m., al confine con il territorio marchigiano).

Download itinerario

L’itinerario può essere scaricato per utilizzarlo con i dispositivi GPS, le applicazioni GPS dei dispositivi Android, iOS, ecc., e per elaborarlo con i più diffusi software GIS.

Prima di intraprendere ogni nuovo cammino, ti invitiamo a leggere le 'AVVERTENZE PER L’USO DEI PERCORSI PROPOSTI'.

Il modello di rappresentazione dell'itinerario derivante da Google Maps sopra visualizzata può differire nella lunghezza rispetto a quanto rilevato sul terreno. Per questo ti invitiamo a fare riferimento ai dati tecnici della scheda.

Luoghi da conoscere...

Convento di Brogliano.
Il convento si trova a mezza costa del monte di Brogliano, a poche centinaia di metri dalla strada statale 77 della Val di Chienti, a circa 2 km da Colfiorito e a 3 da Serravalle di Chienti, in una zona ricca di boschi e di acqua, con ben due emergenze sorgentizie (non collegate, per quanto a nostra conoscenza, a fonti idropotabili). Inizialmente era un convento francescano, dedicato a san Bartolomeo apostolo, situato sugli altopiani Plestini ai confini tra Umbria e Marche. Qui nel XIV secolo ebbe inizio una importante riforma dell’Ordine francescano, chiamata ‘degli zoccolanti, che ebbe tra i suoi artefici Giovanni de Valle, fra Gentile da Spoleto e il beato Paoluccio Trinci. Per un periodo fu di proprietà dei padri Somaschi, dopo i gravi danni subiti nel terremoto del 1997 è stato completamente restaurato, oggi dovrebbe essere tornato nella disponibilità dei Francescani Minori della Provincia Picena.

Preferenze sulla Privacy

Quando visitate il nostro sito web, esso può memorizzare informazioni attraverso il vostro browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla Privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla vostra esperienza sul nostro sito web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Clicca per abilitare/disabilitare Google Analytics tracking code
Clicca per abilitare/disabilitare Google Fonts
Clicca per abilitare/disabilitare Google Maps
Clicca per abilitare/disabilitare video embeds
Cookie Policy e Preferenze sulla Privacy
Il nostro sito web utilizza i cookie, principalmente da servizi di terze parti. Definite le vostre preferenze sulla privacy e/o acconsentite all'uso dei cookie.