Epilobio maggiore o epilobio minore? Due specie di epilobio lungo il fiume Clitunno (continuando a erborizzare…)

1024 990 Zon@Ambiente
  • 0

Durante le nostre scorribande, a piedi e in bicicletta, lungo il fume Clitunno, oltre agli alberi maestosi censiti per il progetto ‘Patriarchi verdi’, abbiamo rilevato tante belle specie della flora naturale.
Tra queste oggi vogliamo ricordare due Epilobium: l’epilobio maggiore (Epilobium hirsutum) e quello minore o a fiori piccoli (Epilobium parviflorum).
In entrambi i casi saremo attratti dai fiorellini rosa con petali cuoriformi e avvicinandoci certamente noteremo lo stilo che porta all’apice i 4 lobi dello stimma, caratteristicamente, divaricati a croce.
Anche i frutti sono interessanti: capsule allungate e strette (come sottili baccelli lineari) che si aprono secondo la lunghezza e liberano semi piccolissimi, che terminano con ‘piumette’ biancastre: sono queste a favorire la loro dispersione ad opera del vento.
L’epilobio maggiore, qua e là, lo troviamo ancora fiorito…

Epilobio maggiore o epilobio minore?

Epilobium hirsutum e Epilobium parviflorum sono specie molto simili tra loro sia per l’aspetto sia per gli ambienti nei quali si sviluppano;  si differenziano, in particolare per:

  • l’altezza complessiva della pianta che nell’E. hirsutum può raggiungere 150 cm
  • la grandezza dei fiori (maggiore nell’E. hirsutum, con i petali compresi tra 10-16 mm contro 4-10 mm dell’altra specie)
  • la lunghezza dei sepali in rapporto a quella dei petali (1/2 nell’E. hirsutum contro 2/3 nell’E. parviflorum)
  • le foglie che nell’E. parviflorum sono generalmente opposte anche nella parte superiore del fusto e, seppure non picciolate, non sono abbraccianti

Ma… possiamo trovare piante con caratteri di entrambe le specie, che rendono difficile la nostra determinazione: tranquilli, si tratta quasi certamente di ibridi; queste 2 specie di Epilobium, come altre, invero, si ibridano piuttosto facilmente!