Immagini aeree termico-elettromagnetiche possono rilevare precocemente la Xylella

410 310 Zon@Ambiente
  • 0
Dall’alto del cielo, una nuova metodica con immagini aeree termico-elettromagnetiche può aiutare a diagnosticare con grande anticipo rispetto ai metodi usati sino ad ora la terribile Xylella e forse a salvare il patrimonio di olivi del nostro Meridione: una ricerca guidata da Pablo Zarco-Tejada

Xylella, la diagnosi precoce arriva dal cielo

LA XYLELLA può essere diagnosticata precocemente direttamente dal cielo: il devastante batterio che dal 2013 sta infettando gli ulivi della Puglia e il sud del Mediterraneo può essere infatti rilevato prima che compaiano i sintomi della malattia grazie ad un particolare tipo di analisi delle immagini rilevate da aerei o droni.