Immagini aeree termico-elettromagnetiche possono rilevare precocemente la Xylella

410 310 Zon@Ambiente
  • 0
Dall’alto del cielo, una nuova metodica con immagini aeree termico-elettromagnetiche può aiutare a diagnosticare con grande anticipo rispetto ai metodi usati sino ad ora la terribile Xylella e forse a salvare il patrimonio di olivi del nostro Meridione: una ricerca guidata da Pablo Zarco-Tejada

Xylella, la diagnosi precoce arriva dal cielo

LA XYLELLA può essere diagnosticata precocemente direttamente dal cielo: il devastante batterio che dal 2013 sta infettando gli ulivi della Puglia e il sud del Mediterraneo può essere infatti rilevato prima che compaiano i sintomi della malattia grazie ad un particolare tipo di analisi delle immagini rilevate da aerei o droni.

Preferenze sulla Privacy

Quando visitate il nostro sito web, esso può memorizzare informazioni attraverso il vostro browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla Privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla vostra esperienza sul nostro sito web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Clicca per abilitare/disabilitare Google Analytics tracking code
Clicca per abilitare/disabilitare Google Fonts
Clicca per abilitare/disabilitare Google Maps
Clicca per abilitare/disabilitare video embeds
Cookie Policy e Preferenze sulla Privacy
Il nostro sito web utilizza i cookie, principalmente da servizi di terze parti. Definite le vostre preferenze sulla privacy e/o acconsentite all'uso dei cookie.