La fascia olivata Spoleto-Assisi è paesaggio storico!

1024 768 Zon@Ambiente
  • 0
La prima tappa di questo viaggio è compiuta e la fascia olivata da Spoleto ad Assisi, passando per  il territorio di Trevi (che dell’iniziativa è stato tra i primi promotori) è oggi paesaggio storico ufficialmente riconosciuto.
Ma il viaggio continua… prossima tappa importantissima per il mantenimento del valore identitario di questo paesaggio è il riconoscimento tra i paesaggi di interesse mondiale della FAO e a seguire tra quelli patrimonio culturale dell’umanità dell’UNESCO.
Ed infatti… ‘Come è stato rilevato dagli stessi esperti del Mipaaf che hanno accolto la candidatura della fascia olivata e l’hanno immediatamente iscritta nel registro e nella lista dei paesaggi storici, la proposta umbra è unica per significato paesaggistico, storico, agronomico e antropologico. Ciò pone solide basi sia per l’inserimento tra i paesaggi d’interesse mondiale che la Fao sta censendo ed iscrivendo nel suo prestigiosissimo registro sia per il riconoscimento della fascia olivata come patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco’

fascia olivata da assisi a spoleto è paesaggio storico, prima tappa per riconoscimento fao ed unesco – Notizie – Regione Umbria

fascia olivata da assisi a spoleto è paesaggio storico, prima tappa per riconoscimento fao ed unesco (aun) – perugia, 10 gen. 018 – La fascia olivata da Assisi a Spoleto è paesaggio storico. Un riconoscimento fondamentale, ma anche la prima tappa di un percorso che porterà il cuore verde dell’Umbria al riconoscimento di patrimonio culturale.

L’auspicio di MontagneAperte è che si continui a lavorare sinergicamente, perché solo facendo sistema il nostro territorio può crescere e svilupparsi assicurando a tutti un futuro ricco, eco e sostenibile!
Paesaggio Olivetato Storico della Valle Umbra- Trevi, Auditorium San Francesco Complesso museale 5 dicembre 2014Per tutti gli interessati al paesaggio olivetato storico ricordiamo che sono disponibili online i materiali di un interessantissimo convegno organizzato a Trevi il 5 dicembre 2014:
Tra i documenti pubblicati online vi è anche la presentazione finale dell’evento, con i contributi curati dal
Ricordiamo, infine, anche un interessante articolo sul tema, pubblicato nel bel volume Patriarchi verdi: