Tags

Categorie

Uno studio di climatologi inglesi ci dice che: gli accordi di Parigi sul clima sono raggiungibili…
Il merito è in gran parte dei Cinesi che stanno tagliando le loro emissioni più del previsto.
Ma come contraltare abbiamo gli USA con l’Amministrazione Trump che ribadisce l’uscita dall’intesa, nonostante la sequenza di uragani sembri confermare le peggiori previsioni sull’effetto serra…

Studio dei climatologi inglesi: “Gli accordi di Parigi sono alla nostra portata”

ROMA – Nelle stesse ore in cui il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si presenta all’assemblea generale delle Nazioni Unite per ribadire la presa di distanza dagli accordi di Parigi sul clima, altri uragani – mentre ancora si contano i danni prodotti da Harvey e Irma – bussano alla porta degli States per ricordare che le previsioni Onu sull’intensificarsi dei fenomeni meteo estremi si stanno puntualmente avverando.

Dalla Scripps Institution of Oceanography dell’Università della California di San Diego, uno studio evidenzia i possibili rischi per il pianeta in funzione degli aumenti della temperatura media: i modelli di previsione sul cambiamento climatico indicano un rischio altissimo, praticamente ‘una catastrofe’…

“Umanità a rischio con l’aumento delle temperature oltre i 5 gradi”

ROMA – Il riscaldamento globale, se accentuato, potrebbe nei prossimi decenni dar vita a rischi “catastrofici” e persino “esistenziali”, arrivando a minacciare la sopravvivenza della specie umana. L’allarme arriva dalla Scripps Institution of Oceanography dell’università della California a San Diego.

Zanzara dopo il 'pasto, via pixabay

Zanzara dopo il ‘pasto, via pixabay

Qualche informazione sulle zanzare e sulla Chikungunya

Chikungunya

La chikungunya è una malattia virale acuta, causata da un virus trasmesso da quella che comunemente viene chiamata zanzara tigre

No Title

No Description

Tutto quello che c’è da sapere sulla Chikungunya

In questi giorni – lo avrete letto sui giornali – in Lazio sono stati registrati 17 casi di Chikungunya, una malattia tipica delle zone tropicali trasmessa dalle zanzare. Nove casi di questi sono stati registrati a Roma stessa. L’Italia ha già avuto esperienza di questo morbo dallo strano nome con una piccola epidemia, la prima sul suolo europeo, sette anni fa.

Per saperne di più sulle ‘nostre’ zanzare ti ricordiamo anche l’articolo ‘CON IL RITORNO DELLA ‘BELLA STAGIONE’ SI HA ANCHE IL RITORNO DI TANTI INSETTI, ALCUNI FASTIDIOSI E DANNOSI COME LA ZANZARA TIGRE (AEDES ALBOPICTUS) E ALTRE ZANZARE‘ su questa sezione del nostro MontagneAperte Network, e ancora… ‘AEDES ALBOPICTUS – ZANZARA TIGRE (E ALTRE ZANZARE IN ITALIA)‘ nella sezione ‘Ambiente e Biodiversità

Se l’inquinamento calasse, potremmo vivere due anni in più

Estati caldissime, siccità, uragani. Fenomeni che abbiamo sotto gli occhi e che dovrebbero indicare in maniera univoca che le cose non stanno andando come dovrebbero e che, per il nostro futuro, un’inversione di rotta è necessaria, per quanto tardiva.

La migrazione tra falsi miti e verità scientifiche – Lipu Onlus

Tra le spiegazioni più stravaganti sulla scomparsa stagionale di alcune specie di uccelli c’era la convinzione che potessero cambiare completamente forma, come bruchi che diventano farfalle, ad esempio smettendo di bere per poi aggrapparsi agli alberi e mimetizzarsi come rami secchi per poi ritornare a reidratarsi in primavera e riprendere le sembianze di uccello.

10 cose che forse non sai sugli uccelli migratori – Lipu Onlus

Il termine scientifico migratore viene dal latino “migro” che vuol dire trasferirsi e si riferisce a quegli gli uccelli che durante l’anno cambiano cambiano abitualmente la loro posizione geografica, si tratta di un grande viaggio attraverso luoghi, paesaggi e climi diversi. Proteggi il volo dei migratori La migrazione è davvero uno spettacolo per tutti.

Sai perché gli uccelli migrano? I segreti della migrazione – Lipu Onlus

Viaggiano anche tremila chilometri al giorno dall’Alaska al Messico, dal Nord Europa all’Africa meridionale, passando attraverso l’Italia intera. Prima di partire passano giorni a nutrirsi, arrivano a raddoppiare il loro peso, sanno che poi non ci si potrà fermare, nessuna sosta durante il viaggio.

Dal rasoio al tostapane, il tesoro nei rifiuti: così l’Italia spreca 600mila tonnellate

di Paolo G. Brera ROMA – Geniale: non abbiamo materie prime sotto i piedi, ma invece di riciclarle siamo i più bravi a buttar via come robaccia l’elettro-cianfrusaglia che le contiene. Il cellulare esanime e il tostapane scassato, l’asciugacapelli fuso e la lavatrice inchiodata: “Ogni anno lasciamo sparire 600 mila tonnellate di rame e alluminio, ferro e plastica.

Si può parlare di intelligenza delle piante?

L e conferenze di Stefano Mancuso sono affollate come un concerto rock. La gente viene da fuori città per ascoltarlo, e magari per chiedergli un autografo. Una cosa inusuale per eventi in cui si parla di fisiologia delle piante.