Il futuro a rischio della conoscenza

300 225 Zon@Ambiente
  • 0

Il sistema automatizzato di archivazione dati del collisore LCH del CERN di Ginevra (cortesia: Claudia Marcelloni, Maximillien Brice/CERN)Dopo la caduta dell’Impero Romano, molti antichi manoscritti andarono perduti in guerre e incendi, o perché nessuno si occupò di trascrivere i più degradati. Ci vollero secoli per riscoprire l’informazione che contenevano. La nostra civiltà sarebbe a un punto di svolta simile, secondo Vinton Cerf, uno dei padri di Internet.

«Sarete fantasmi nella storia, se non trovate una maniera efficace di preservare l’informazione digitale», ha detto Cerf al pubblico dell’Heidelberg Laureate Forum, l’incontro dei vincitori delle medaglie Fields, Abel e Nevanlinna (equivalenti al premio Nobel, ma per la matematica) e del premio Turing (lo stesso, ma per l’informatica), organizzato a fine settembre 2014 nella città tedesca. Non si tratta solo di fare più backup, mettere al sicuro più dati. Secondo Cerf, bisogna cambiare le regole del copyright, per permettere di preservare copie di tutti i programmi e sistemi operativi.

Vinton Cerf, uno dei padri di Internet, mette in guardia contro uno dei più grandi rischi per le prossime generazioni: l’impossibilità di usare i dati digitali di oggi. Ma per impedirlo, secondo Cerf, le soluzioni tecnologiche, benché indispensabili, non bastano: vanno cambiate anche le regole del copyright.

Per leggere l’intera intervista a Vincent Cerf pubblicata su Le Scienze.it

Preferenze sulla Privacy

Quando visitate il nostro sito web, esso può memorizzare informazioni attraverso il vostro browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla Privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla vostra esperienza sul nostro sito web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Clicca per abilitare/disabilitare Google Analytics tracking code
Clicca per abilitare/disabilitare Google Fonts
Clicca per abilitare/disabilitare Google Maps
Clicca per abilitare/disabilitare video embeds
Il nostro sito web utilizza i cookie, principalmente da servizi di terze parti. Definite le vostre preferenze sulla privacy e/o acconsentite all'uso dei cookie.