Foligno, Fonti di Sassovivo

1024 768 Itinerari e Luoghi
  • 0

Sono le ‘storiche sorgenti della città della Quintana’: per oltre un secolo, la famiglia Massenzi, un tempo proprietaria dell’area e delle fonti, tenne aperto questo parco, mettendolo a disposizione dei folignati che vi si recavano per ‘passare le acque’, acquistare l’incomparabile acqua di Sassovivo e, in estate, sfuggire anche al caldo afoso della città.
Dopo anni di oblio, la nuova proprietà ha reso nuovamente accessibile l’area e ha ripreso l’attività di imbottigliamento dell’acqua minerale di Sassovivo che è tornata a essere preferita da tanti folignati per le sue proprietà organolettiche.
Come si legge nel sito dedicato alle Fonti, si tratta di un’acqua «alcalina con virtù terapeutiche» (dalle analisi del professore Bellucci, Università di Perugia, 1905).
«La concessione mineraria per l’utilizzo della sorgente di Sassovivo risale al 1927, ma l’acqua veniva già prelevata dagli abitanti delle zone limitrofe da tempi immemorabili». E ancora: «L’acqua sgorga dalla viva roccia all’interno della ‘Grotta dell’orso’ a circa m 600 s.l.m., incanalata in condutture in acciaio inox e portata ai distributori esterni e all’impianto d’imbottigliamento interno; la distanza massima tra la sorgente e gli impianti di distribuzione è di appena 25 metri. […] L’acqua ha un basso residuo fisso (208 mg/l), una costante temperatura alla fonte (10 °C), un perfetto equilibrio dei sali in essa disciolti, uno scarso contenuto in Sodio (4.2 mg/l)» [www.fontidisassovivo.com, 11 febbraio 2019].
Intorno alle Fonti è il parco omonimo, inserito in uno scenario naturalistico di rara bellezza e suggestione; il nuovo Parco delle Fonti di Sassovivo è stato aperto al pubblico l’11 luglio del 2015.

Nelle vicinanze, tra i tanti punti di interesse non si può non menzionare…

  • L’ABBAZIA BENEDETTINA DI SANTA CROCE DI SASSOVIVO: arroccata sulle pendici del monte Aguzzo, si staglia nel verde intenso dei boschi di leccio che rivestono la montagna calcarea, scrigno prezioso di una delle più antiche e importanti testimonianze della presenza benedettina in Valle Umbra [vol. 1, p. 57, Patriarchi Verdi].
  • LA LECCETA DI SASSOVIVO è un sito della Rete ecologica Natura 2000, codice IT5210042 [vol. 1, p. 57]. All’interno della lecceta storica abbiamo anche segnalato un vecchio corbezzolo [vol. 1, p. 56, Patriarchi Verdi].
Preferenze sulla Privacy

Quando visitate il nostro sito web, esso può memorizzare informazioni attraverso il vostro browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla Privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla vostra esperienza sul nostro sito web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Clicca per abilitare/disabilitare Google Analytics tracking code
Clicca per abilitare/disabilitare Google Fonts
Clicca per abilitare/disabilitare Google Maps
Clicca per abilitare/disabilitare video embeds
Cookie Policy e Preferenze sulla Privacy
Il nostro sito web utilizza i cookie, principalmente da servizi di terze parti. Definite le vostre preferenze sulla privacy e/o acconsentite all'uso dei cookie.