Il Pino nero laricio di Cividale del Friuli

1024 768 Patriarchi Verdi. Itinerari in Valle Umbra
  • 0

Passeggiando per Cividale del Friuli, siamo entrati nel giardino pubblico: uno dei polmoni verdi di questa bella cittadina friulana, attraversata dallo splendido fiume Natisone. Appassionati come siamo di alberi monumentali, siamo stati fatalmente attratti dal grande pino che spicca per imponenza quasi al confine sud orientale del parco, poco distante dalla cancellata che affaccia sull’attuale via Domenico Rubini. Si tratta di un pino nero di 130 anni…

Nome botanico della specie: Pinus nigra subsp. laricio Palib. ex Maire
Circonferenza tronco: 4,08 m (3,95 m nell’elenco degli alberi monumentali della Regione Friuli Venezia Giulia – decreto del Presidente della Regione 7 agosto 2018 n. 160/Pres, pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione n. 34 del 22 agosto 2018, approvato, ad aggiornamento e in sostituzione dell’Elenco approvato con decreto 6 marzo 2017, n. 055/Pres)
Altezza pianta: 25,0 m
Stato di salute (a vista): buono
Età: 130 anni circa
Altitudine (m s.l.m.): 135
Rilevatore/autore della scheda: Giampaolo Filippucci, Tiziana Ravagli

Il pino nero di Cividale del Friuli è un albero monumentale ai sensi della L.R. n. 9 del 23 aprile 2007

Pinus nigra subsp. laricio, Pino nero laricio, albero monumentale, targa illustrativa, Giardini pubblici - Cividale del Friuli
La targa illustrativa... ci racconta...

La targa posta a illustrazione del pino nero monumentale, ci informa che si tratta di un esemplare della sottospecie pino nero laricio, albero giunto dall’Italia meridionale. Non è l’albero più alto presente nel parco, ma è l’esemplare del genere Pinus più grande che vegeta nella regione Friuli Venezia-Giulia.

Il Parco Italia, il giardino pubblico di Cividale del Friuli

Fu realizzato nel lontano 1903, quando ad agosto di quell’anno la Municipalità cittadina mise a disposizione della cittadinanza questa area verde arredata con alcune panchine. Il giardino è parte del grande, storico parco di Villa Nussi-Carbonaro, passata di proprietà pubblica. A far da confine al giardino la ‘nuova’ strada (oggi viale Marconi) che permetteva (e permette) un facile accesso alla vecchia stazione della ferrovia Cividale-Udine, struttura che oggi ospita il Museo della Grande Guerra.

Preferenze sulla Privacy

Quando visitate il nostro sito web, esso può memorizzare informazioni attraverso il vostro browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla Privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla vostra esperienza sul nostro sito web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Clicca per abilitare/disabilitare Google Analytics tracking code
Clicca per abilitare/disabilitare Google Fonts
Clicca per abilitare/disabilitare Google Maps
Clicca per abilitare/disabilitare video embeds
Cookie Policy e Preferenze sulla Privacy
Il nostro sito web utilizza i cookie, principalmente da servizi di terze parti. Definite le vostre preferenze sulla privacy e/o acconsentite all'uso dei cookie.